Valle Castellana: i piromani colpiscono ancora

  - Di Veronica Marcattili
VALLE CASTELLANA – I piromani sono tornati in azione nella serata di ieri a Valle Castellana dove si è sviluppato l’ennesimo incendio di questa estate nera sul fronte dei roghi.
Le fiamme sono divampate poco dopo le 20 di ieri a ridosso della SP 52, vicino al bivio per Leofara – Piano Maggiore.
Nonostante la pioggia caduta nei giorni scorsi, l’incendio si è esteso rapidamente a circa tre ettari di un’area con sterpaglie e ginestre, rese asciutte dal vento soffiato forte durante la giornata.
Dal Comando dei vigili del fuoco di Teramo è stata immediatamente inviata sul posto una squadra, con un autopompa e un mezzo operativo 4×4 con modulo antincendio. I pompieri intervenuti hanno affrontato l’incendio, evitando che potesse espandersi verso Leofara, fino ad estinguerlo completamente intorno alle 2:00 di notte.
La centrale operativa 115 ha informato i carabinieri-forestali della presenza dell’incendio, ai fini dell’avvio di ogni accertamento utile all’eventuale individuazione dei responsabili. Dai primi riscontri pare che la natura di questo ennesimo rogo che ha colpito Valle Castellana sia doloso. I cittadini sono esasperati e ieri sera l’ex sindaco Vincenzo Esposito ha così commentato il grave episodio su Facebook: “Ennesimo incendio in zona Macchia da Sole, Leofara, Piano Maggiore. Sono due mesi che indisturbatamente si accendono incendi senza che Amministrazioni locali e provinciali si impegnino seriamente in un’opera di indagine accurata per bloccare gli incendiari. E la zona è sempre la stessa! Si è molto vicini all’esasperazione”.