Sport, al Fasano il 3° Torneo Teknoelettronica – 1° Trofeo Vigilantes di Teramo

  - Di eli

Va alla Junior Fasano di Branko Dumnic la vittoria nel 3° Torneo Teknoelettronica, 1° Trofeo Vigilantes di Teramo. Al Palacquaviva “Giorgio Binchi” la squadra pugliese domina la finale-derby contro l’Intini Noci e si aggiudica il doppio premio del torneo organizzato dalla Teramo Handball. E’ stato un torneo vero, su cui ha sì inciso il caldo torrido dell’impianto teramano, ma che ha visto le quattro formazioni impegnate (con le pugliesi anche Teramo e Fondi) non risparmiare le forze per testare grado di preparazione e intese sul campo. Ha vinto la squadra più concreta, quella anche più amalgamata e rodata negli schemi. La partita decisiva non ha praticamente avuto storia. Fasano è partita accumulando subito un 7-0 micidiale che ha relegato Noci nell’imbarazzante ruolo di affannoso recupero: la prima rete della squadra di Trapani è arrivata all’11’. E’ stata dunque una partita tutta in discesa per la Junior che ha approfittato per oliare i meccanismi e per verificare il “nuovo” inserimento di Beharevic nello schieramento di base, dopo il ritorno da Noci. In mattinata il team del presidente Cammisa aveva dovuto mettere in campo tutte le proprie forze per recuperare nel secondo tempo un -5 (13-18) maturato nei primi 30 minuti del match contro la Teknoelettronica dei giovani di Marcello Fonti: i biancorossi di casa, grazie a un break di 6-1 avevano ribaltato a proprio favore il punteggio a cavallo dei due tempi, subendo però il prepotente rientro di Carrara e compagnia, fino al 19-22 per gli ospiti. Da lì gara punto a punto, dove la Teknoelettronica ha mostrato buoni livelli di preparazione raggiunti dalla coppia Raupenas-Djordjevic e soprattutto le ottime prestazioni del portiere Matteo Di Marcello e dell’ala Andrea Leodori. Il 28-23 finale aveva destinato Teramo alla finalina di consolazione vinta (33-29) contro un ottimo Fondi, che in mattinata aveva impegnato Fasano in un duro confronto per oltre tre quarti di gara.