Roseto, «Farmacia in vendita? Che tristezza….»

  - Di eli

C’era una volta la farmacia comunale? Undici anni dopo, la decisione dell’attuale giunt di Centrodestra di venderla non prima di procedere, tramite il bando in scadenza il 10 ottobre, alla selezione di un professionista che vada a ricoprire, a tempo indeterminato, l’unico posto disponibile nella farmacia. Fu aperta al pubblico il 22 gennaio 2000, undici anni fa, un’altra epoca. La decisione di mettere una farmacia comunale a Roseto era stata presa nel 1995. Nel 1999 la Regione approvò l’istituzione. Nello stesso anno furono presi in fitto i locali (125 metri quadrati) di via Salara. Si pagavano 1 milione 900 mila delle lire di allora al mese (più 32 mila lire di condominio). Si provvide all’arredamento (70 milioni di allora), al primo acquisto di farmaci (350 milioni di allora) ed ai programmi dei computer (14 milioni di allora). Il consiglio comunale, sempre nel 1999, approvò il regolamento della farmacia. Un organico di due funzionari farmacisti e due commessi, nominati secondo il regolamento dell’ente.

 

Continua a leggere l’articolo sul Quotidiano La Città, oggi in edicola