Più controlli e maggiori informazioni per godersi il Parco Marino

  - Di Pietro Colantoni

PINETO – L’Area Marina Protetta Torre del Cerrano, attraverso il suo presidente Leone Cantarini ha firmato due importanti convenzioni con i comuni di Silvi e di Pineto. La prima, siglata a Silvi, punta al potenziamento dell’Ufficio Informazioni Turistiche Iat che da anni è co-gestito attraverso l’impegno delle Guide del Cerrano, la seconda invece, con il Comune di Pineto, è volta al monitoraggio e ad un potenziamento della sorveglianza dell’AMP nel corso del periodo estivo. Le convenzioni portano la firma del Commissario di Silvi Samuele De Lucia e del Sindaco di Pineto Robert Verrocchio, oltre che in quest’ultimo caso del comandante della Polizia Locale Giovanni Cichella. In base a quanto concordato. A Silvi si avranno maggiori unità di personale operative negli uffici IAT dove le Guide del Cerrano hanno la piena operatività con anche gli uffici operativi dell’associazione a cui è stata data in disponibilità dall’Amp la stampatrice che consente di produrre in proprio materiale divulgativo e promozionale. A Pineto due agenti stagionali della Polizia Locale saranno assegnati dal Comune in maniera continuativa, dal 15 giugno al 15 settembre, per la sorveglianza sulla spiaggia e della pineta dell’Amp che provvederà a dotarli delle attrezzature necessarie ad operare lungo le spiagge e le pinete. Le due convenzioni, quindi, rappresentano un ulteriore passo avanti per quanto riguarda l’informazione dei cittadini e dei turisti e la salvaguardia del territorio attraverso un controllo puntuale. «Questo Protocollo è un valido aiuto perché la fruizione dell’Area Marina avvenga sempre più nel rispetto delle norme ambientali – ha commentato il presidente Cantarini – con i punti informativi si opererà la necessaria promozione e informazione mentre gli agenti della Polizia Locale ci aiuteranno a far sì che non si violino regole fondamentali per un’area splendida e delicata come la pineta. Abbiamo la consapevolezza che non può esistere nessun sistema di repressione efficace di fronte all’insensibilità dei cittadini. La cartellonistica e l’informazione portata avanti dai volontari vanno proprio nella direzione di educare, per quanto possibile, le tante persone che scelgono in estate l’Area marina protetta Torre del Cerrano».