Per tre anni bollette “alleggerite” per energia, gas e acqua nei Comuni del cratere

  - Di Alessandro Misson

ROMA – Dopo la sospensione di 6 mesi del pagamento delle bollette di energia elettrica, gas e acqua decisa subito dopo gli eventi sismici dello scorso anno, le popolazioni colpite dai terremoti del Centro Italia (di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria) potranno beneficiare di nuove importanti agevolazioni. L’Autorità per l’energia, informa una nota, ha infatti stabilito che a partire dalla data degli eventi sismici, per 3 anni siano azzerate tutte le componenti tariffarie delle bollette di energia elettrica e gas, cioè non si pagheranno i costi relativi al trasporto e misura dell’energia e quelli per gli oneri generali di sistema; ugualmente per le utenze del servizio idrico non verranno applicati i corrispettivi tariffari per acquedotto, fognatura, depurazione e le componenti tariffarie UI di perequazione.