Nogs e FAI insieme per salvare l’arte abruzzese

  - Di Veronica Marcattili

ROSETO – Tandem fra Nogs e Fai (Fondo per l’Ambiente Italiano) per salvare tre opere artistiche esistenti a Corropoli, Roseto degli Abruzzi e Pescara. Si tratta delle tre località abruzzesi coincidenti con gli store del brand della calzatura 100 % italiana in cui l’imprenditore Giuseppe Olivieri ha deciso di investire parte del ricavato che proverrà dalla vendita delle sue calzature, finalizzato al restauro di tre opere d’arte che saranno individuate e comunicate a conclusione della raccolta che si snoderà in tre appuntamenti.

Sabato 20 maggio, a partire dalle ore 9, sarà lo store di Roseto degli Abruzzi (via Nazionale 162) ad esordire con la campagna di solidarietà a favore del Fai Abruzzo e Teramo. Il 10 per cento dell’incasso andrà a beneficio del Fai e sarà destinato esclusivamente al restauro di un bene appartenente al territorio rosetano. La vendita si preannuncia vantaggiosa per i primi clienti che potranno avere uno sconto sulle calzature che va dal 98 % al 40 per cento.

Dopo Roseto degli Abruzzi sarà la volta di Pescara (1 luglio via Carducci 77) ed infine di Corropoli (12 agosto via Flaiano zona industriale) seguendo la stessa formula commerciale. Ovviamente l’incasso sarà vincolato anche in queste due altre città abruzzesi al recupero di un bene del patrimonio culturale locale.

“Quando un imprenditore opera nel territorio non può dirsi distante e disinteressato alla comunità che lo ospita – argomenta Giuseppe Olivieri, patron del marchio Nogs. Se da un territorio ricevi, a quello stesso territorio devi dare. Così, ho pensato di fare sinergia con il Fai per raccogliere fondi destinati al recupero di beni del nostro patrimonio. Parte dell’incasso dei tre appuntamenti andrà al Fai con il quale sceglieremo le opere da sottoporre a restauro. Oltre a quanto devoluto, aggiungerò un’ulteriore somma a titolo personale. Confido, infine, nella sensibilità di imprenditori e cittadini perchè possano contribuire ad incrementare le devoluzioni per conservare la loro storia”.

“L’immenso patrimonio culturale italiano ha bisogno di imprenditori illuminati come il dottor Giuseppe Olivieri della Nogs. Veri e propri mecenati di cui si avverte la necessità per tutelare e valorizzare la bellezza custodita nei nostri territori – dichiara il Capo Delegazione FAI Teramo, dott.ssa Giovanna Marinelli. Una ricchezza di paesaggi, opere d’arte, beni architettonici di cui la cosiddetta Italia “minore” è disseminata. La Delegazione di Teramo del FAI – Fondo Ambiente Italiano è orgogliosa e grata di poter avviare la collaborazione tra il FAI e la Nogs, certa che questo rapporto non si esaurirà con l’evento di Roseto del 20 maggio ma proseguirà in maniera stabile e duratura nel tempo. Per questo ci impegneremo ad individuare due beni artistici custoditi nel nostro territorio provinciale su cui “puntare i riflettori” per restaurarli con i proventi che il dott. Olivieri devolverà al FAI (in occasione delle aperture dei punti vendita di Roseto, il 20 maggio, e Corropoli, il 12 agosto)”.

Queste le agevolazioni riservate agli iscritti FAI concordate con Giuseppe Olivieri: un coupon con uno sconto pari al 60% da utilizzare il 20 maggio e un secondo coupon con uno sconto pari al 40% da utilizzare per un secondo acquisto nella stessa giornata, oppure entro il 15 giugno. Il secondo coupon dovrà essere ritirato al banchetto FAI che i volontari della Delegazione di Teramo allestiranno presso il punto vendita. Inoltre, ai primi due iscritti che si presenteranno al banchetto sarà riservato uno speciale coupon che dà diritto al 98% di sconto.