Mostra di Sandro Melarangelo in Pinacoteca

  - Di Simone Gambacorta

TERAMO – Un sessantennio di attività artistica raccontato nell’antologica di Sandro Melarangelo che sarà inaugurata sabato alle 17.30 nella Pinacoteca Civica di Teramo. In esposizione dipinti, opere grafiche e lavori in ceramica (dal 1957 a oggi) per una mostra che riunisce pezzi di collezioni private e che potrà essere visitata sino al 7 maggio (dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 18, con eccezione della domenica). Organizzata dall’associazione Teramo Nostra – di cui Melarangelo è direttore artistico – e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Teramo, la mostra proporrà «settanta opere, tra disegni, oli, ceramiche e riproduzioni litografiche tra le più rappresentative dei temi preferiti dal pittore teramano, quelli dell’impegno politico e sociale tradotti con un linguaggio marcatamente espressionista. Si va dalle tele di esordio, a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta, di piccolo formato, prevalentemente paesaggistiche e debitrici del tonalismo del padre Giovani e della matericità delle ultime Scuole Romane, alla svolta romana degli anni ’60 della Scuola Libera del Nudo di via Ripetta», si legge in una nota.