L’inarrestabile ascesa dell’e-commerce

  - Di Redazione

Sono passati solo 25 anni da quando Tim Berners-Lee ha reso il World Wide Web accessibile a tutti, e, in questo lasso di tempo, internet è diventato una parte fondamentale delle nostre vite. Secondo le statistiche, nel corso del 2017 la connessione ad internet è arrivata a metà della popolazione mondiale: più della metà usa uno smartphone; quasi due terzi possiede un telefono cellulare; più della metà del traffico internet è generato da telefoni; più di una persona su cinque ha effettuato almeno un acquisto online negli ultimi 30 giorni.
Anche in Italia il digitale avanza: sempre nel 2017 erano connesse a internet 39,2 milioni di persone, ovvero il 66% della popolazione; il 4% (cioè 2 milioni di persone) in più rispetto all’anno precedente. E il valore degli acquisti online da parte dei consumatori italiani raggiunge, nel 2017, i 23,6 miliardi di euro, con un incremento del 17% rispetto al 2016.

Insomma pare che dopo un’iniziale fase di “scetticismo” nei confronti degli acquisti online, oggi l’utente italiano sia pronto a godersi tutte le straordinarie opportunità che il web gli offre, sia come consumatore che come imprenditore.
Ma cosa acquistano online le persone?
I tre settori maggiormente cresciuti nel 2018 sono quelli della moda, dell’arredamento e del turismo (viaggi e strutture alberghiere), rispettivamente con +16%, +15% e +13%.

Grande crescita anche per il settore Food & Beverage, in particolare delle applicazioni che permettono di sfruttare consegne a domicilio del cibo, e dei siti web dei ristoratori, sempre più numerosi.

Mantengono un successo costante siti come Groupon, in grado di offrire all’utente qualsiasi tipo di prodotto e servizio, e i grandi colossi come Amazon, Zalando ed Ebay.

E come non pensare poi anche a tutti quei siti tipo Segugio.it o Facile.it che ci offrono confronti e sconti sulle assicurazioni, i mutui e i prestiti?

Ma dando uno sguardo oltre i sempiterni habitué della rete, sempre più aziende si avvicinano ad essa, sedotte dal suo richiamo come Ulisse dal canto delle Sirene: un recente ed interessantissimo ingresso nel mondo del web è quello di Poste Italiane, che investirà, a partire dal 2018 e per i 4 anni successivi, ingenti somme a sostegno della digitalizzazione. Al centro di questo importante investimento, le platform riguardanti i servizi finanziari ed assicurativi, la corrispondenza e i servizi di pagamento mobili e digitali. Un passo davvero ammirevole, anche per il fatto che darà lavoro a circa 10.000 professionisti qualificati.

Menzione speciale per il settore del gambling online: si stima che, nel corso del 2017, la spesa complessiva per casino online e scommesse è stata di ben 720 milioni di euro, con un tasso di crescita, rispetto al 2016, del 24%. Una crescita raggiunta sicuramente grazie all’aumento del tempo trascorso sui dispositivi mobili, ma anche grazie alla comodità di poter giocare al casino live comodamente da casa come in un vero casino dal vivo. Inoltre, i casino online propongono un’offerta infinita non solo di giochi, ma anche e soprattutto di bonus, promozioni, cashback, assistenza ai clienti e guide di gioco, che permettono di conoscere le regole e le migliori strategie per ottimizzare i guadagni.

Insomma, un’attenzione capace di lusingare anche l’utente più scettico, che finirà per apprezzare per forza la passione che questa nuova epoca ci mette per intrattenerlo e prendersi cura di lui nel migliore dei modi.