IL RACCONTO Forse questa prova potrà diventare la nostra salvezza

  - Di Redazione

TERAMO – Prosegue la pubblicazione nelle pagine del nostro quotidiano di racconti, riflessioni, testimonianze e spunti dei nostri lettori sul Coronavirus. Ognuno ha il suo modo di vivere questo periodo difficile impegnativo: per questa ragione abbiamo ritenuto di dover “aprire” uno spazio di libero confrontoe scambio di idee su un fenomeno che nessuno avrebbe immaginato di dover affrontare nei termini tragici che purtroppo stiamo abituandoci a conoscere. Nei prossimi giorni proseguiremo con la pubblicazione di altri interventi (molti dei quali saranno a firma di studenti, segno di una partecipazione estesa che ci incoraggia a portare avanti l’iniziativa).
«La tua prepotenza è insaziabile». Così si rivolse Franca al marito Roberto. La risposta non si fece attendere. «Eh, cara mia, hai cominciato a rompere: mi hai tolto tutti gli spazi e meno male che al bagno mi chiudo a chiave». Il Coronavirus aveva ridotto ad una gabbia angusta il loro appartamento, al centro, più che spazioso per una coppia di anziani, senza tanti problemi se non gli acciacchi dell’età.«Adesso che finisce ’sta galera me ne voglio andare in vacanza per un mese», disse uno dei due (non importa chi). Dopo alcuni minuti di sano silenzio e distanza, il marito – che leggeva il giornale chiamò la moglie Franca: «Vieni a leggere questa notizia». La donna si accostò ancora un poco sulle sue – e lesse: «Giovane messicana diciottenne, incinta, mentre tentava di scavalcare il muro alto 6 metri al confine con gli Usa muore cadendo». Fece Franca: «Mannaggia che brutta notizia… cercava benessere e libertà per sé e il figlio… invece». Roberto e Franca si abbracciarono. Le nostre pene, spesso, valgono pochi spicci. Con il virus, è vero, ci sono rischi, ci sono sacrifici, ma li viviamo protetti nelle nostre case, con i nostri cari. Il cibo non ci manca, né i generi di conforto.
In fondo è solo un esercizio di disintossicazione dai ritmi e dai modi che ci imponiamo… che ci impongono. Rimettiamo nella nostra mente i nostri valori, i nostri pensieri e questo periodo di prova potrà diventare la nostra salvezza.
Roberto Di Sanio