Giovane teramano muore in un’arrampicata in Trentino

  - Di Alessandro Misson

TRENTO – Uscito ieri per un’escursione in Trentino, senza fare ritorno a sera, un giovane di Teramo è stato recuperato morto stamani. Si tratta di Filippo Di Francesco, 23 anni, che si trovava nella zona delle Pale di San Martino, in un canalone vicino al Campanil di Castrozza, Cima Val di Roda.
 Il giovane stava seguendo uno stage all’azienda di promozione turistica del Primiero. A dare l’allarme, sabato sera, era stata la fidanzata. L’ha recuperato il soccorso alpino.

Il soccorso alpino è stato mobilitato questa mattina alle 4.30, in seguito alla chiamata della fidanzata del giovane 23enne di Teramo, che da ore non dava più notizie, dopo una uscita sulle Pale nella giornata di sabato.

Immediatamente si sono attivati gli uomini del Soccorso alpino di Primiero San Martino di Castrozza. L’auto del ragazzo, Filippo Di Francesco, 23 anni di Teramo, è stata ritrovata in zona Maso Col a San Martino di Castrozza.

Poco dopo, gli uomini del Soccorso alpino con il supporto dell’elisoccorso decollato da Trento, hanno ritrovato il giovane senza vita, in un canalone nei pressi del Campanil di Castrozza, Cima Val di Roda.

Di Francesco, stagista all’Azienda per il turismo a San Martino di Castrozza, stava arrampicando da solo, probabilmente sui campanili di Val di Roda, ma per cause da accertare avrebbe perso l’appiglio cadendo nel vuoto.