Campli, Open Fiber: Gentiloni taglia il nastro

  - Di Veronica Marcattili

CAMPLI – “L’economia italiana accelera e accelera per merito delle famiglie, delle imprese, dei lavoratori”. E’uno dei passaggi dell’intervento del premier Paolo Gentiloni stamattina a Campli, dove ha partecipato all’inaugurazione del cantiere Open Fiber, aggiungendo che “di questo dobbiamo essere tutti orgogliosi e i risultati non li possiamo disperdere, dilapidare e mettere in discussione, dobbiamo andare avanti ancora e accelerare se possibile. Il governo farà la sua parte”.

CORECOM.  “Vivo apprezzamento per la scelta del Governo di dare il via al primo cantiere per la posa della banda ultra larga di Open fiber, in Abruzzo ed in particolar modo a Campli, città colpita dal sisma nel corso del 2016”. A esprimerlo è il Presidente del Co.Re.com. Abruzzo e Presidente del Coordinamento nazionale dei Corecom , Filippo Lucci in occasione della visita delle Presidente del Consiglio in Abruzzo. “La banda ultra veloce – spiega Lucci – porta economia, progresso, crescita, lavoro e trasparenza. Ora i sindaci siano in grado di cogliere fino in fondo questa grande opportunità che arriva dal Governo e mettano in campo capacità di progettazione e relazioni per attrarre risorse, aziende e capacità di fare innovazione per il territorio”. Nell’occasione Il Presidente Lucci durante l’incontro con il Premier Gentiloni, ha illustrato i progetti nel settore dell’innovazione tecnologia e consegnato il libro realizzato dal Co.Re.Com. Abruzzo “Naviganti allerta”, destinato a tutte le scuole per sensibilizzare i minori sulle opportunità ed i rischi della rete internet. Il Presidente del Consiglio dopo essersi intrattenuto con Lucci, si è congratulato per il lavoro svolto e lo ha ringraziato per il volume di sicuro valore educativo e sociale.

IL PD. “La visita del Presidente del Consiglio dei Ministri a Campli ha rappresentato un evento straordinario e storico per la comunità camplese.  Non si ricorda la visita di un Capo del Governo a Campli per l’inaugurazione di un’opera infrastrutturale: che a farlo sia stato il più autorevole esponente del Partito Democratico alla guida del Governo non può che renderci orgogliosi”, questo il commento dei consiglieri comunali del Pd di Campli Marino Fiorà ed Emanuela Tritella. “Vanno ringraziati tutti coloro che hanno reso possibile questo risultato: a partire dal Governo che tramite il Ministero dello Sviluppo economico ha messo i fondi, alla Regione Abruzzo che ha programmato il progetto “Banda larga”, per finire gli uffici comunali che hanno dato seguito alla convenzione con la società Open Fiber che realizza l’intervento. Campli è stata scelta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri perché qui si realizza un progetto di rilevanza nazionale che trova compimento attraverso la pianificazione della giunta regionale di centro-sinistra. Il Premier Gentiloni ci ha tenuto a presenziare perché il cantiere di Campli – proseguono i due esponenti del Pd camplese – rappresenta una precisa scelta del governo e perché qui si realizza un’opera di modernizzazione del Paese. La sua presenza in uno dei comuni del cratere non è solo simbolica ma vuol mandare un segnale a questi territori che il Premier ha assicurato non verranno lasciati soli”.