Campli: il sindaco si dimette

  - Di Veronica Marcattili

CAMPLI – “Ho deciso di candidarmi alle prossime elezioni Regionali e per tale ragione oggi, essendo l’ultimo giorno utile, ho rassegnato le mie dimissioni da Sindaco di Campli” con queste parole affidate ad un post su Facebook il sindaco Pietro Quaresimale annuncia la sua volontà di correre per la Regione. Una decisione che era nell’aria da tempo e che oggi viene confermata e ufficializzata dal diretto interessato.
Le dimissioni sono necessarie poiché “Questo prevede la legge per evitare problemi di incompatibilità tra la carica di Sindaco e quella di Consigliere Regionale nel caso di Comuni con più di 5000 abitanti”, spiega Quaresimale.
“Queste dimissioni diventeranno efficaci ed irrevocabili, trascorsi 20 giorni dalla presentazione. Nulla in questi 20 giorni cambierà circa il mio ruolo di Sindaco: la mia presenza, Il mio impegno, la mia dedizione.
Sarò presente nelle manifestazioni ufficiali e in quelle istituzionali, e svolgerò la normale attività amministrativa così come previsto dalla legge. Non verrà meno il mio amore per la mia città, per la mia gente, per le mie radici – scrive il sindaco dimissionario -. È proprio questo amore e questo attaccamento al territorio, che mi ha dato i natali e mi ha regalato l’onore di diventarne Primo Cittadino, e il fatto di dover protocollare le mie dimissioni, che non mi hanno fatto chiudere occhio questa notte! Il mio paese, Campli, i suoi odori i suoi sapori, le sue tipicità, sono nella mia pelle da sempre e li porterò con me per sempre. Ma oggi sono stato chiamato ad assumere un ruolo più grande, più impegnativo, a rappresentare il mio territorio, il mio paese e la mia provincia, ad un livello superiore come lo è quello regionale.
È il momento storico che ce lo chiede, un momento difficile, di profonde trasformazioni sociali, che ci vede, nostro malgrado, spettatori di un “mondo” poco edificante, nel quale si sono persi valori ed ideali.
Se la storia mi riserverà un posto e se Dio lo vorrà, continuerò il mio percorso politico, con tutta la passione e le energie senza risparmiarmi, come ho fatto in questo ultimo lustro.
Mi piacerebbe portare tutta l’esperienza acquisisita in questi anni anche in Regione – prosegue Quaresimale nel suo post -. Sono stati anni bellissimi densi di attività, di progetti, di gioie ma anche di dolori, di sconfitte ma soprattutto di successi e traguardi raggiunti. In questi 20 giorni che si apprestano a passare, rifletterò molto sul passo che mi accingo a compiere, rifletterò su quanto fatto e quanto ancora si poteva fare, nella convinzione che qualsiasi decisione io prenda, “un solco” è stato tracciato permettendo a Campli di cambiare pelle e diventare più bella e più efficiente. Rifletterò molto su quello che mi potrebbe attendere domani, continuando ad amare ed onorare la mia terra e la mia gente. Certo l’impegno è di quelli che ti fanno tremare le gambe ma con il sostegno di tutti voi sento di potercela fare”.