Tortoreto: prestigioso riconoscimento per l’Ente Comunale

Altro prestigioso riconoscimento per l'amministrazione comunale di Tortoreto. Si tratta di una menzione speciale riferita alla valorizzazione della storica Villa Rustica "Le Muracche" e arriva dall'Università Bocconi di Milano nell'ambito del progetto "Valore Pubblico - L’Amministrazione che funziona”.

Mercoledì 22 Giugno 2022

Tortoreto

Altro prestigioso riconoscimento per l'amministrazione comunale di Tortoreto. Si tratta di una menzione speciale riferita alla valorizzazione della storica Villa Rustica "Le Muracche" e arriva dall'Università Bocconi di Milano nell'ambito del progetto "Valore Pubblico - L’Amministrazione che funziona”.  

  "Ho preso parte al workshop conclusivo del progetto - dichiara Giorgio Ripani, assessore al Turismo e alla Cultura del Comune di Tortoreto - finalizzato a premiare gli esempi virtuosi delle Pubbliche Amministrazioni che hanno partecipato al bando. Erano presenti, tra gli altri, Massimo Giannini, direttore de La Stampa, e il Ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta. L’iniziativa ha individuato le best practice amministrative, evidenziandone le caratteristiche per renderle applicabili in altre aree e offrire servizi sempre migliori a cittadini e imprese. 


Per il Comune di Tortoreto é stata premiato il progetto di valorizzazione della Villa Rustica “Le Muracche”, mediante modalità innovative ed entusiasmanti, specie per i più piccoli, come la rievocazione in situ “Vivere la Domus”.

È un grande onore essere tra i 35 enti, su 179 candidati, oggetto di una menzione speciale per le Amministrazioni che funzionano - ha aggiunto Giorgio Ripani -  in un campo molto caro al sindaco Domenico Piccioni e a tutto il gruppo di maggioranza. Un ringraziamento va a SDA Bocconi School of Management per questa bellissima progettualità ma, soprattutto, a tutti i collaboratori del progetto di valorizzazione della Villa: i miei colleghi amministratori, l’Ufficio Turismo, la SABAP per le Province di Teramo e L’Aquila, Romantiqva ed il Gruppo Archeologico del Medio Adriatico". 
                                                                                                               

                  Serafino Di Monte