Provincia di Teramo, ultimo Consiglio prima del voto del 18 dicembre: impegno per OBELLX e PNRR

Ultimo Consiglio Provinciale, salvo imprevisti, quello che si è svolto ieri in Provincia prima delle elezioni del 18 dicembre. Vi ha partecipato anche il sindaco di Castilenti, Alberto Giuliani, subentrato al dimissionario Vincenzo Di Marco. L’Assemblea si è occupata essenzialmente di provvedimenti di carattere finanziario, dalla variazione di bilancio al riconoscimento dei debiti derivanti da sentenze. L’assestamento del bilancio di previsione registra decisioni importanti: ci sono i 330 mila euro necessari alla riparazione degli OBELLX per la stazione sciistica di Prati di Tivo, un impegno che il presidente Di Bonaventura ha voluto portare a termine in attesa di definire, insieme con la Regione Abruzzo, la proprietà e la gestione del sistema di sicurezza.

Mercoledì 1 Dicembre 2021

Teramo

Ultimo Consiglio Provinciale, salvo imprevisti, quello che si è svolto ieri in Provincia prima delle elezioni del 18 dicembre. Vi ha partecipato anche il sindaco di Castilenti, Alberto Giuliani, subentrato al dimissionario Vincenzo Di Marco. L’Assemblea si è occupata essenzialmente di provvedimenti di carattere finanziario, dalla variazione di bilancio al riconoscimento dei debiti derivanti da sentenze. L’assestamento del bilancio di previsione registra decisioni importanti: ci sono i 330 mila euro necessari alla riparazione degli OBELLX per la stazione sciistica di Prati di Tivo, un impegno che il presidente Di Bonaventura ha voluto portare a termine in attesa di definire,  insieme con la Regione Abruzzo, la proprietà e la gestione del sistema di sicurezza. L'Ente, infatti, è soggetto attuatore dei lavori di installazione ma

Dalla variazione arriva anche un milione di euro per la manutenzione ordinaria delle strade e un altro milione per la manutenzione ordinaria delle scuole; 1 milione e 160 mila euro per il completamento del ponte sul Tronto di cui è soggetto attuatore la Provincia di Ascoli. In bilancio è stata iscritta anche la somma per il cosiddetto “fondone Covid” 1 milione e 546 mila euro che servirà essenzialmente per coprire le spese per affitti, sicurezza e ampliamento edifici a favore delle scuole (ad esempio la struttura o le strutture jolly che bisognerà affittare per spostare gli studenti mentre si adeguano/ricostruiscono gli edifici danneggiati dal sisma).

Infine, con l’assestamento, è stato previsto un Fondo di 40 mila euro per le attività finalizzate a intercettare i fondi PNRR.