Regione Abruzzo, Un’Europa più verde: Il Green Deal al centro della Programmazione 21-27

La transizione verde è il perimetro dell’intera programmazione 2021-2027: è il dato emerso questa mattina nel corso del Terzo Atelier tematico “Un’Europa più verde”, organizzato dal Dipartimento della Presidenza della Giunta regionale, nell’ambito del nuovo ciclo di webinar dedicati alla nuova programmazione comunitaria. All’attenzione del partenariato, costituito da rappresentanti del mondo sociale, economico, istituzionale e dell’associazionismo, gli obiettivi specifici e gli interventi di attuazione contenuti nel Position Paper, il documento, frutto del lavoro di sintesi e approfondimento fatto dalle strutture regionali, dedicato per l’appunto al secondo obiettivo di policy

Giovedì 23 Settembre 2021

L'Aquila

La transizione verde è il perimetro dell’intera programmazione 2021-2027: è il dato emerso questa mattina nel corso del Terzo Atelier tematico “Un’Europa più verde”, organizzato dal Dipartimento della Presidenza della Giunta regionale, nell’ambito del nuovo ciclo di webinar dedicati alla nuova programmazione comunitaria. All’attenzione del partenariato, costituito da rappresentanti del mondo sociale, economico, istituzionale e dell’associazionismo, gli obiettivi specifici e gli interventi di attuazione contenuti nel Position Paper, il documento, frutto del lavoro di sintesi e approfondimento fatto dalle strutture regionali, dedicato per l’appunto al secondo obiettivo di policy. 

Al centro della discussione gli strumenti per promuovere l’efficienza energetica, ridurre le emissioni in atmosfera e promuovere l’adattamento ai cambiamenti climatici. Un percorso, quello sulla neutralità climatica, sul quale l’impegno dell’Amministrazione ha portato a importanti traguardi, non ultimo il riconoscimento all’Abruzzo del secondo posto in Italia nella classifica relativa alle migliori performance climatiche, secondo il rapporto realizzato da Italy For Climate. L’incontro ha riguardato, inoltre, la strategia per rafforzare la protezione e preservare il patrimonio naturale, con particolare riferimento alla biodiversità e alle infrastrutture verdi.

Altrettanto significativa la riflessione sulla necessità di proseguire nella promozione della mobilità urbana multimodale sostenibile, quale parte integrante di una economia a zero emissioni nette di carbonio. Nel programma di interventi previsti anche quelli finalizzati al miglioramento del Servizio idrico integrato e alla valorizzazione dell’uso sostenibile della risorsa idrica.

Infine non sono stati tralasciati i legami con il settore agricolo e con gli obiettivi fissati nella PAC, la politica agricola comune, e recepiti nel Piano di sviluppo regionale. Il prossimo appuntamento con gli Atelier Tematici è fissato per lunedì 27 settembre, sempre sul portale regionale (www.regione.abruzzo.it) dalle ore 10 alle 12 e avrà come tema “Includere per contrastare le fragilità. Un’Europa più sociale e inclusiva”