Serena Suriani si aggiudica il Premio Salinger con Controluce

  - Di Redazione

PESCARA – La giuria del Premio Salinger, composta da Davide Rondoni (presidente) e da Andrea Costantin, Ubaldo Giacomucci e Tania Santurbano, ha stabilito l’elenco definitivo dei finalisti della seconda edizione del concorso nazionale di narrativa intitolato al grande scrittore americano (2019) e organizzato a Pescara con la collaborazione dell’Associazione Culturale Paul Celan e delle Edizioni Tracce.

Nella sezione “romanzo inedito o raccolta di racconti inedita”, si è classificata al primo posto Serena Suriani (nella foto), direttore del nostro quotidiano, con Controluce; al secondo posto Chiara Pellegrini con Calicanto; al terzo Enrico Marzetti con Va’ dove ti porta il cane; al quarto Milvia Di Michele con Come nel sogno; e al quinto Michele Pingitore con Racconti brevi di paese e di città. Sono stati inoltre assegnati dei premi speciali. Premio speciale per la tematica ecologica a Franca D’Accriscio con 2070 e il mare è arancione.

Premio speciale dell’Istituto di ricerche a Graziano Zambarda con Marilyn. Premio speciale delle Edizioni Tracce a Grazia D’Altilia con Zeri che valgono. Premio speciale della giuria a Natalia Anzalone con La corsa ragazzina. Premio speciale per un narratore emergente a Beniamino Cardines con Cleopatra o Meryl Streep?.

Premio speciale della Società Romantica a Giorgia Amantini con L’anno che verrà. Premio speciale dell’Associazione Paul Celan a Gaetano Lolli con Appartenenze. Premio speciale per la “dimensione narrativa” a Maurilio Bartolini con Nel mare ci sono anche le oloturie. Per la sezione del racconto breve, si è classificata prima Tamara Macera con Donna Airone e secondo Sirio Papa con Fernet. Sono stati segnalati fuori concorso Raffaele Rubino con La farfalla di Momò e Paolo Corinto Tiberio con Alla ricerca della Reggia perduta.

Per la sezione riservata alle Scuole, sono stati segnalati in particolare gli studenti dell’Istituto biotecnologico di Guardiagrele, del Liceo economico-sociale di Lanciano e dell’Istituto comprensivo Benedetto Croce di San Valentino, coordinati dalle professoresse Monica Ferri, Sonia Presutto e dalla dirigente scolastica Daniela D’Alimonte. La giuria ha sottolineato l’elevata qualità dei testi «e le difficoltà riscontrate per selezionare i finalisti – spiega Ubaldo Giacomucci – proprio per la particolare abilità stilistica ed espressiva fornita dalla maggior parte degli autori partecipanti».