Provincia, l’Ente adotta nuove misure anticrisi

  - Di eli

Il rispetto del Patto di stabilità spesso non consente il pagamento ai fornitori in tempi congrui. Una circostanza che acuisce le difficoltà congiunturali delle imprese. La Provincia, nell’intento di sostenere il mondo economico e produttivo, ha deciso di facilitare le “cessioni di crediti” attraverso l’individuazione di condizioni predefinite dall’ente con gli Istituti bancari. Una nuova misura anti-crisi, dopo quella sull’anticipazione della cassa integrazione guadagni per i lavoratori.

 

Proprio al fine di sostenere le imprese in un momento di crisi, la Provincia, su iniziativa dell’Assessorato al Bilancio, attiva strumenti finalizzati a favorire l’accesso al credito delle imprese, anche agevolando la cessione dei crediti vantati dalle stesse nei confronti dell’Ente, opportunità espressamente prevista dalla normativa in materia.

Come noto, i meccanismi del Patto di Stabilità stanno sempre più immobilizzando l’attività finanziaria degli enti locali, creando un blocco dei pagamenti per spese di investimento a favore dei fornitori degli enti, anche quando tali spese sono conseguenti ad obbligazioni legittimamente assunte negli esercizi precedenti.

 

La Provincia di Teramo si pone, quindi, come parte attiva per garantire la liquidità delle proprie aziende fornitrici e dà loro una risposta concreta con l’introduzione del “factoring”, uno strumento che permette lo smobilizzo dei crediti che il fornitore vanta proprio nei confronti della Pubblica Amministrazione.

“Il factoring – spiega l’Assessore al Bilancio, Davide Calcedonio Di Giacinto – è un contratto a prestazioni corrispettive, che consente all’imprenditore di ottenere denaro in cambio della cessione del proprio credito in capo a una società (factor), che svolge professionalmente l’attività di riscossione e gestione dei crediti; in altre parole uno strumento di pagamento garantito, che assicura al fornitore il pagamento delle fatture a scadenza, previa certificazione del credito da parte della P.A. Si assicura così liquidità alle imprese creditrici tramite cessione pro soluto dei crediti da queste vantati a favore di banche o intermediari finanziari”.