Persona e Territorio: all’UniTe la terza edizione di “STAR Bene”

  - Di Veronica Marcattili

TERAMO – Al via la terza edizione delle Giornate del Benessere “STAR Bene”, che si svolgeranno al Campus dell’Università di Teramo, nella sede delle facoltà di Scienze Politiche e Scienze della Comunicazione, sabato 27 e domenica 28 ottobre. L’evento è promosso dall’associazione Psikè, dal Centro Servizi per il volontariato della provincia di Teramo e dall’Università di Teramo e si avvale del patrocinio del Comune, della Asl e della Provincia di Teramo.

Quest’anno lo slogan è “Ricomincio da Noi. Persona e Territorio sono un valore”. Il tema al centro delle Giornate del Benessere – presentate questa mattina nella conferenza stampa svoltasi all’Università – è in particolare quello della valorizzazione e del recupero delle risorse dei luoghi che ciascuno abita, intese nel senso di risorse personali, sociali, materiali ed ambientali. A partire dal territorio teramano ed abruzzese, dunque, con le sue realtà turistiche, agricole, paesaggistiche e le sue tradizioni, gli antichi mestieri e le esperienze di solidarietà reciproca legate ai suoi stessi valori.

Sarà anche un’occasione per conoscere da vicino le numerose realtà associative, produttive, artigiane e artistiche che in questo territorio si occupano del benessere individuale e sociale.

L’intento è quello di avvicinare la cittadinanza alla consapevolezza che la cura di sé e dell’ambiente circostante sono presupposti indispensabili per il benessere comune e che, proprio per tale motivo, le scelte di ogni individuo comportano conseguenze che possono fare la differenza.

Sono previste, dalle ore 12 alle 15, anche degustazioni contadine.

LA TAVOLA ROTONDA. Le Giornate del Benessere “STAR Bene 2018” culmineranno nella tavola rotonda in programma domenica 28 ottobre, a partire dalle ore 17, nell’Aula Tesi, in cui si discuterà il tema “La valorizzazione e il recupero in Abruzzo: un patto per il territorio”. Previsti gli interventi istituzionali del rettore eletto dell’ateneo, Dino Mastrocola, del sindaco Gianguido D’Alberto, del presidente del Csv Massimo Pichini e di Gabriella Lucidi Pressanti, direttore del Servizio Immunoematologia e Medicina trasfusionale della Asl di Teramo.

Interverranno Mariangela Piotti, presidente dell’associazione Psikè e coordinatrice della rete STAR Bene, e i docenti Emilio Chiodo e Rita Salvatore con alcune riflessioni dal libro di cui sono autori “Non più e non ancora”. Spazio quindi alle best practises illustrate da Mario Mazzocca, sottosegretario alla presidenza della Giunta regionale; Angelo Radica, sindaco di Tollo, e Luciana Del Grande (Rifiuti Zero) su “Tollo: il comune che fa la differenzia!”; Giuseppe Cinquegrana(cooperativa Ekoe) su “La liberazione dalla plastica delle isole Tremiti”; Maria Jose Moraza (Mercato itinerante della Terra) su “Il valore dell’agroecologia per il recupero umano ed economico del territorio”; Dante Caserta, vicepresidente del WWF Italia su “Oasi WWF: un modello di turismo e valorizzazione territoriale”.

I COMMENTI. “In questa edizione – ha spiegato Mariangela Piotti  – proporremo ai cittadini di avanzare richieste agli amministratori per la valorizzazione del territorio, ci auguriamo che ne scaturisca un patto che sostenga e torni a valorizzare le nostre risorse più importanti”. “Per noi questo evento è già un successo – ha affermato Massimo Pichini, presidente del Csv – perché è un esempio di stare insieme e di operare come realtà associativa per il benessere comune, un richiamo alla cittadinanza affinché viva bene e meglio il rapporto con gli altri e con il territorio”. “STAR Bene è la dimostrazione – ha detto il Rettore eletto dell’Università di Teramo, Dino Mastrocola – di una collaborazione sempre più stretta tra ateneo e territorio e tra università di Teramo e associazioni presenti sul territorio. Sostenibilità, consumo consapevole, recupero dei rifiuti, benessere sono solo alcuni degli aspetti, estremamente interessanti, che saranno trattati”.

I PARTNER. Sono 42 i partner, tra associazioni, cooperative e realtà produttive, che collaborano attivamente alla manifestazione e che, attraverso incontri, laboratori (per bambini e per adulti) ed esposizioni, offriranno la conoscenza delle proprie attività ed esperienze di interazione nei seguenti campi:

  • servizi per l’infanzia e l’età evolutiva (A Piccoli Passi, Ge.Co. Genitori Consapevoli, Teramo Children, Onde Libere, Rosa del Mare, L’Abbraccio dei Prematuri);
  • alimentazione e cura dell’ambiente, riscoperta e valorizzazione del territorio (Legambiente Teramo, Rifiuti Zero, Ekoe);
  • formazione, servizi psicologici e terapie naturali (Psikè, Caleidoscopio, Liberi di essere, Positivamente, Aspic Scuola superiore europea di counseling sede di Teramo, Oltre);
  • benessere psico-fisico e discipline olistiche (Yap, Sangha del Loto, Aimi);
  • teatro, arti e creatività (Compagnia dei Merli Bianchi, Le Cornacchie impertinenti, Il Lavoro impreciso, Blu InCanto);
  • alimentazione e sostenibilità (Il Borgo degli Gnomi, GAS Molino San Nicola, Agricola Partenopea, Babilhop, Battistelli, Beer Inspired, Blaas Blaas, Carpa La Terra, D’Amario e Feliciani, Fattoria Gioia, Il Giardino Officinale, LaCiammarica, Le Aromatiche, Produzione biologica agricola, Recchiuti, VerdeFiloLab, Vincent Pizza).

Media partner dell’evento è “Mamma, dove mi porti? Abruzzo e dintorni”, il portale di Donatella Toletti dedicato all’esplorazione dell’Abruzzo e rivolto alle famiglie.

Ulteriori informazioni all’indirizzo http://www.csvteramo.it/?id=691