Neonato morto, giovedì la madre di nuovo davanti ai Pm

  - Di eli

La Procura di Ascoli ha fissato per gioved’ prossimo alle 10:30, nel carcere femminile di Teramo, un nuovo interrogatorio per Katia Reginella, la madre ventiquattrenne del piccolo Jason, il neonato scomparso, che perla donna – come ha ribadito ieri in carcere al suo legale Francesco Ciabattoni e e al consulente, lo psichiatra Alessandro Meluzzi – è “certamente morto”.   I pm Carmine Pirozzoli e Cinzia Piccioni hanno giocatod’anticipo rispetto alle mosse della difesa della giovane donna,disponendo l’interrogatorio a prescindere dalle nuove rivelazioni da lei fatte. La Reginella ha indicato un’altrapersona, presumibilmente il marito Denny Pruscino, come responsabile della morte, non si sa se dolosa o colposa, del bambino.   Il pm Piccioni ha ricevuto poco fa l’avvocato di Katia, ma i due non sono scesi nei particolari delle nuove rivelazioni fattedalla ragazza. “E’ bene che sia lei stessa a dire ai magistrati quello che ha anticipato ieri a me e al professor Meluzzi”,afferma l’avv. Ciabattoni.    Il legale di Pruscino, Felice Franchi, dice di essere inattesa della decisione della Procura sulla richiesta – da lui presentata martedì scorso – di un confronto fra il suoassistito e la moglie. Una richiesta, tiene a precisare, fatta”prima degli ultimi eventi”. Pruscino ha appreso in carceredella nuova versione fornita dalla Reginella, e “si domanda perché Katia, alla quale vuole molto bene, abbia fatto quelle dichiarazioni. Non ne comprende il motivo. Comunque, dalla suabocca, non è mai uscita una parola critica nei confronti della moglie”.  L’avv. Franchi è inoltre in attesa della relazionedei suoi consulenti, il criminologo Nello Giordani e l apsicologa forense Antonella De Fazio, che “non fanno conferenze stampa”, è la battuta polemica all’indirizzo del collega e del prof. Meluzzi che ieri, appunto, hanno avuto un incontro con i giornalisti sul caso.