L’Inps avverte i cittadini: «Ci sono falsi funzionari che telefonano»

  - Di eli

Falsi funzionari dell’Inps, ci risiamo. A denunciare una nuova tornata di spiacevoli episodi a cui la cronaca locale ci ha in qualche modo abituati torna adesso, con una nota, il direttore provinciale, Leonardo Aquino. In questi giorni, infatti, la sede provinciale dell’Inps ha ricevuto numerose richieste di informazioni e chiarimenti da parte di cittadini che sono stati contattati telefonicamente da persone che si sono qualificate come funzionari dell’istituto ed hanno preannunciato una loro visita. Da qui la volontà forte di ribadire, si legge nella nota, «che nessun funzionario dell’Istituto è autorizzato, direttamente o per telefono, a chiedere, accettare o consegnare a domicilio somme di denaro per conto dell’Inps», specificando inoltre che i funzionari, in caso di necessità, utilizzano il telefono per richiedere informazioni relative alle pratiche in trattazione. Ulteriore messa in guardia, poi, da parte dell’Inps sul fatto che se le telefonate contengono invece richieste di carattere personale, patrimoniale o pecuniario, dati sensibili ex lege, i cittadini non debbano rispondere. In ogni caso, informa ancora la nota, gli uffici dell’Istituto ed il Contact Center (al numero verde 803164) restano a disposizione per qualsiasi chiarimento ed assicurare assistenza ai cittadini .
Attenzione dunque, attenzione soprattutto agli anziani che non devono cadere in facili tranelli dal momento che come spiega la nota, nessun funzionario Inps è autorizzato a telefonare ai cittadini teramani.
Non è la prima volta che gli Enti si vedono costretti ad emanare note del genere per evitae che gli ignari e coloro che si fidano possano cadere nella rete di presunti truffatori dell’ultim’ora.
Qualche settimana fa lo stesso problema si era registrato ai danni di un altro famoso ente di previdenza.