Giulianova, il Cirsu rischia la bancarotta

  - Di eli

Scoppia un nuovo caso “Cirsu-Sogesa”. Dopo la denuncia degli scorsi giorni del consigliere comunale moscianese Emilia Di Matteo, che ha reso pubblico il parere sfavorevole espresso dal collegio sindacale di Cirsu sull’accordo di transazione con il quale Cirsu avrebbe dovuto acquistare la quota privata di Sogesa al costo di 2,5 milioni di euro e liquidare il privato (Di Zio, ndr.), stavolta è il leader dell’opposizione di Bellante, Flaviana Pavan, ad affondare l’operazione: «Una condizione incomprensibile visto che ci sarebbero debiti accumulati da Sogesa pari a 15,3 milioni di euro (3.251.857 euro verso banche; 6.870.485 euro verso fornitori; 3.688.468 verso controllanti; 615.550 euro da trattamento di fine rapporto maturato nei confronti dei dipendenti).

 

Continua a leggere l’articolo sul Quotidiano La Città, oggi in edicola