Adozione e scuola, convegno all’Itis

  - Di Simone Gambacorta

TERAMO – “Adozione e scuola. Come favorire l’apprendimento e superare le difficoltà”: questo il titolo del seminario organizzato dall’associazione “Genitori si diventa” in collaborazione con l’Ufficio scolastico provinciale e l’istituto comprensivo “Savini San Giorgio San Giuseppe”, in programma per domani alle 15.30 nell’auditorium dell’Itis “Alessandrini” di Teramo.

L’iniziativa, che vedrà la partecipazione di esperti del mondo del sociale e della scuola, vuole coinvolgere insegnanti, dirigenti e referenti sul tema dell’inclusione scolastica. Sarà occasione per aprire un dialogo importante su tema delicato e di alta rilevanza sociale, promuovendo la cultura dell’adozione.

 

Questo il programma della giornata:

Saluti:
Massimiliano Nardocci (Responsabile USP Teramo), Valeria Misticoni (assessore Politiche Sociali Comune di Teramo), Piero Romanelli (assessore Pubblica Istruzione Comune di Teramo), Umberto La Rosa (dirigente scolastico Istituto Comprensivo “Savini-S.Giuseppe-S.Giorgio”, Stefania Nardini (dirigente scolastico I.I.S. “Alessandrini-Marino-Forti” e Giudice onorario Tribunale dei minori dell’Aquila) e Luisa Cordoni (mamma adottiva- “Genitori si diventa”).
Seminario:
Roberta Lombardi, psicologa, psicoterapeuta, presidente di “Contuttoilcuore Famiglie”, collaboratrice di “Genitori si diventa”

Conoscere l’adozione: cosa significa diventare figlio per adozione. La complessità psico-emotiva del bambino adottato: una doppia perdita. Adottato e non immigrato. Crescere sani e felici (la resilienza).

L’inserimento a scuola: l’iscrizione a scuola e l’accoglienza nel gruppo classe dei bambini adottati. Cosa è utile sapere del periodo pre-adozione e come gestire le informazioni. La collaborazione insegnanti-genitori. La scuola inclusiva. Percorsi didattici che favoriscono l’integrazione.

Comprendere e superare eventuali difficoltà: fattori che possono essere alla base della fatica d’imparare, dell’iperattività, delle difficoltà di concentrazione e di attenzione, dei problemi di comportamento, delle difficoltà di relazione che possono manifestarsi con insegnanti e compagni. Le strategie per fronteggiare problematiche, comportamenti o difficoltà di apprendimento. Quando un bambino con storia adottiva presenta anche Bisogni Educativi Speciali. Buone prassi o protocollo MIUR.
Dibattito e Conclusioni:

Moderatrice: insegnante Tiziana Bruni – Funzione Strumentale “Intercultura/Adozioni” dell’Istituto Comprensivo “Savini San Giuseppe San Giorgio”.